Chi siamo

Situata nel comune di Robecco sul Naviglio , l’Azienda Agricola Salvaraja si estende su oltre 100 ettari di territorio ricadenti interamente nel Parco Lombardo della Valle del Ticino, importante corridoio ecologico tra gli Appennini e le Alpi e patrimonio inestimabile di biodiversità.

I suoi boschi, classificati come Zone di Protezione Speciale e Siti di importanza Comunitaria, si affacciano sulle rive del fiume e sono costituiti da Querco-Carpineti, l’associazione vegetale caratteristica che un tempo ricopriva l’intera pianura padana.

Nell’inoltrarsi in querceti secolari, camminando su tappeti di mughetti o nelle ampie radure a brugo, è facile incontrare caprioli, tassi, volpi, lepri e altri piccoli mammiferi. Tra i rami di imponenti pioppi o tra i fitti salici che ricoprono le rive sabbiose del fiume, si possono osservare aironi e martin pescatori, poiane e falchi di palude, upupe, picchi e numerosi passeriformi. Le acque del Ticino, le lanche e le rogge sono popolate da anfibi e pesci di grande pregio conservazionistico, quali i tritoni e la rana di Lataste, il luccio e la trota marmorata. Quest’ultima specie, endemica dei fiumi dell’Italia settentrionale e a rischio di estinzione, è interessata dal Progetto Life per la Conservazione della Trota Marmorata, realizzato in vasche naturali ubicate in un suggestivo angolo dell’azienda, tra bosco e fiume.

Risaie, campi di cereali, prati a foraggio e pioppeti costituiscono, insieme alle cascine, il complesso agricolo della Salvaraja che, in una linea di continuità “filosofica” tra rispetto del patrimonio naturale e gestione del territorio, ha adottato tecniche di agricoltura sostenibile, certificate dal marchio “Parco Ticino – Produzione Controllata”.

Rossella Cominotti, titolare dell’Azienda Agricola Salvaraja, ha scelto di aprire il suo “paradiso” a bambini e ragazzi, realizzando con il Progetto di educazione ambientale Salvaraja un sogno coltivato da tempo.

Filippo Maltagliati, educatore e guida specializzata e Olivia Dondina, laureata in Scienze naturali e specializzata in didattica e conservazione dell’ambiente, coordinano con competenza ed entusiasmo le attività del Progetto Salvaraja.

Nel 2017 Progetto Salvaraja vince il premio Bambini e Natura , categoria aziende, per l’articolazione del progetto e per la qualità delle scelte metodologiche ed educative adottate.